Home - Territorio e Cultura
Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino Comune di colli sul velino
Comune di Colli Sul Velino: Il lago di Ventina... visita il sito - clicca qui.
Pro Loco di Colli Sul Velino: San Martino “Festa del Vino Nuovo”... visita il sito - clicca qui.
Pro Loco di Colli Sul Velino: Motoraduni... visita il sito - clicca qui.
Comune di Colli Sul Velino: Foto della galleria fotografica... visita la photogallery completa - clicca qui.
Pro Loco di Colli Sul Velino: Il Palio della Padella... visita il sito - clicca qui.
Pro Loco di Colli Sul Velino: Concerti... visita il sito - clicca qui.
Pro Loco di Colli Sul Velino: Puliamo Colli Sul Velino... visita il sito - clicca qui.
Colli sul Velino è un comune di circa 515 abitanti della provincia di Rieti. Piccolo centro di collina della Sabina (territorio interno del Nord Est del Lazio), immerso nel verde, ai confini con l’Umbria. Nella zona circostante si trova il pittoresco Lago di Ventina, il Fiume Velino ed il Canale di Santa Susanna, frequentato dai pescatori sportivi.
Interessanti località vicine sono, oltre al capoluogo Rieti ed agli altri pittoreschi centri collinari della Sabina, (Greccio: Santuario francescano, luogo del primo Presepe), alcuni importanti centri della limitrofa regione Umbria (Terni : Cascate delle Marmore ed il lago di Piediluco).

La zona in cui sorge l'attuale centro abitato ha ospitato insediamenti umani sin dalla più remota antichità: alcune notizie su di essi sono rinvenibili nelle opere dello storico romano Terenzio Varrone, che possedeva una villa nei pressi di Colli sul Velino, nella località oggi denominata Grotte di San Nicola; qui sono stati infatti rinvenuti i resti di quella che doveva essere, all'epoca, una splendida dimora immersa nel verde.

Nella maggior parte dei testi storici non c'è traccia di notizie su Colli sul Velino, ma la ragione deve essere cercata non tanto nella mancanza di eventi di una certa importanza che riguardano questo grazioso comune del Reatino quanto nel fatto che il paese era denominato, fino al 1962, Colli di Labro: conseguentemente, la sua storia è stata per lungo tempo strettamente legata a quella di Labro, sia dal punto di vista amministrativo che da quello culturale.

L'attuale aspetto di Colli sul Velino è caratterizzato dalla presenza di numerosi ruderi di edifici religiosi disseminati per l'abitato, che contribuiscono a creare un'atmosfera di particolare suggestione e a testimoniare delle profonde radici storiche del borgo.
Per un'escursione storico-naturalistica, una meta particolarmente interessante può essere rappresentata dal vicino Lago di Ventina, che costituisce un relitto del Lago Velino, esistente sin dall'età preistorica: si tratta di un luogo ricco di fascino ed eccezionalmente fresco anche in piena estate. La presenza nel territorio comunale di alcune zone protette facenti parte della Riserva Naturale dei Laghi di Lungo e Ripasottile completa il quadro.

L'economia di Colli sul Velino presenta innegabili tratti di originalità dovuti alla forte presenza della pesca tra le attività produttive. L'abbondanza di trote, anguille e carpe nei numerosi limpidissimi corsi d'acqua e nei bacini lacustri circostanti (acque che hanno fatto si che ricevessero anche un riconoscimento a livello europeo come "European Destinations of Excellence" per l'elevata qualità) costituisce un'importante attrattiva per appassionati di pesca sportiva e buongustai: molti piatti tipici locali sono infatti a base di pesce.